Energy Management Solutions
Contattaci: +39 0541 949548

Rifasamento

L’IMPORTANZA DEL RIFASAMENTO

 

RIFASAMENTO: qualsiasi provvedimento inteso ad aumentare (o come si dice comunemente a “migliorare”) il fattore di potenza (cos φ) di un dato carico, allo scopo di ridurre, a pari potenza attiva assorbita, il valore della corrente che circola nell’impianto. Esso si propone soprattutto lo scopo di diminuire le perdite d’energia e di diminuire le potenze apparenti cui proporzionare i macchinari e le linee.

RIFASAMENTO

Per non pagare le penali, l’unico modo è quello di installare dei condensatori di rifasamento in parallelo all’utenza allo scopo di produrre sul posto la quantità di energia reattiva di cui le apparecchiature hanno bisogno per funzionare.

Il meccanismo delle penali stimola l’utente a rifasare almeno fino a un cos φ=0,9.

Lo stesso utente potrebbe però avere convenienza a un rifasamento maggiore per via dei benefici che derivano dalle minori perdite e cadute di tensione nel proprio impianto. In ogni caso, il rifasamento deve essere effettuato in modo che l’impianto dell’utente non eroghi, in nessun caso, energia reattiva di tipo capacitivo alla rete.

Per gli impianti in bassa tensione e con potenza impegnata maggiore di 15 kW:

– se il fattore di potenza medio mensile è inferiore a 0,7 l’utente è obbligato a rifasare l’impianto;

– se il fattore di potenza medio mensile è compreso tra 0,7 e 0,9 non c’è l’obbligo di rifasare l’impianto ma l’utente paga una penale per energia reattiva;

– se il fattore di potenza medio mensile è superiore a 0,9 non c’è l’obbligo di rifasare l’impianto e non si paga alcuna quota di energia reattiva.

 

 

L’ENERGIA REATTIVA DAL 2016

Delibera 180/2013/R/EEL «Regolazione tariffaria per prelievi di energia reattiva nei punti di prelievo connessi in Media e Bassa Tensione, a decorrere dall’anno 2016»

– i valori unitari saranno determinati anno per anno dall’AEEG in base a una nuova formula

– l’abbassamento della soglia oltre la quale scatta la penale: la penale scatterà da una percentuale di reattiva rispetto all’attiva del 33% e non più del 50% come previsto finora

Si consiglia di verificare per tempo l’adeguatezza degli impianti di rifasamento che dovranno essere dimensionati per poter garantire un fattore di potenza cosφ minimo di 0,95 per non ricevere penali.

 

cos φ >= 0,95  -> Er < 33% di Ea                           Nessuna penale

0,95 < cos φ >0,8  -> 33% < Er > 75% di Ea         Addebito

cos φ < 0,8 -> Er > 75% di Ea                                  Addebito

 

Ultimi articoli

Indirizzo

ELECTOR Consulting SRL
Via Roma 65G
47039 Savignano Sul Rubicone (FC)
C.F./P.Iva 04106370408
Registro Imprese Forlì n. REA FO-329989
Cap. sociale € 10.000,00 i.v.
Tel. +39 0541 949548
Fax: +39 0541 1642027
Pec: electorconsultingsrl@pec.it

Orari di apertura uffici:
Dal Lunedì al Venerdì
Dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Già nostro cliente?
Scarica l'applicazione per tenere sotto controllo il tuo profilo energetico!