CAPACITY MARKET: Il nuovo onere del dispacciamento in vigore dal 01.01.22 che produrrà aumenti nella bolletta dell’Energia Elettrica

Dopo svariati anni di rinvio e dibattito dal 01 Gennaio 2022 è entrato in vigore l’applicazione in bollette dell’onere a copertura dei costi di approvvigionamento della capacità “Corrispettivo mercato della capacità” o “Capacity Market”. Tale onere deriva dall’applicazione della Delibera ARERA 98/11 che trova applicazione dal 01.01.2022 con Delibera ARERA 266/2021/R/eel e Delibera ARERA 566/2021/R/eel

Tale corrispettivo del dispacciamento gestito da TERNA andrà a remunerare l’attività dei produttori di energia che garantiscono la capacità di generazione dell’energia e quindi la sicurezza del sistema assicurando la distribuzione dell’energia elettrica in quantità adeguata e garantendo in ogni condizione la copertura delle punte di carico in ogni area della rete e, nel medio/lungo termine, consentirà “teoricamente” di ridurre i costi dell’energia e del dispacciamento.

Il corrispettivo NON è ripartito in maniera omogenea. E’ infatti valorizzato sulla base di un calcolo che tiene conto di 500 ore di PICCO annuali definite da Terna e concentrate soprattutto nei mesi di gennaio, febbraio e luglio. Ai consumi di queste ore sarà applicato un corrispettivo estremamente alto di 39,799 €/MWh, mentre alle restanti ore verranno applicati 1,296 €/MWh.

In sostanza consumare energia nelle ore di picco indicata sarà più costoso per effetto di questo nuovo onere.

Ogni anno TERNA rideterminerà le ore di PICCO.

I maggiori costi sostenuti da Terna per garantirsi l’approvvigionamento di capacità saranno pertanto applicati ai distributori locali e da questi ribaltati ai venditori di energia e quindi ai consumatori finali.

Si riporta di seguito un esempio di applicazione dell’onera nella fattura di Gennaio 2022. Come visibile risulta fra le voci più onerose dei costi di dispacciamento.

 

QUALI SONO LE ORE PIU COSTOSE E QUALI SOLUZIONI DI RISPARMIO ENERGETICO ADOTTARE

Essendo l’incidenza dell’onere Capacity Market estremamente rilevante nelle ore di picco ed essendo queste distribuite in maniere NON omogena nel mese e nell’anno è indispensabile per gli utenti che hanno possibilità di programmazione dei propri consumi quello di prendere visione delle ore di picco limitando il più possibile l’utilizzo di energia in queste ore.

 

ALCUNE NOSTRE CONSIDERAZIONI SULL’ONERE CAPACITY MARKET

La Delibera 566/2021/R/ELL prevede che: “in relazione al mercato libero, nel rispetto del principio di libera contrattazione del prezzo tra le parti, l’Autorità non interviene a disciplinare le modalità di determinazione dei corrispettivi applicati ai clienti, limitandosi ad approntare strumenti informativi atti a garantire la massima comprensione del cliente circa le condizioni applicategli”

Questo articolo aprirà quindi una finestra sulla negoziabilità se pur parziale di questi oneri per i prossimi contratti di fornitura.

 

La Delibera 566/2021/R/ELL inoltre “non prevede specifici obblighi circa le modalità di rappresentazione in fattura delle singole voci di costo; pertanto, gli esercenti il servizio saranno liberi di adottare le modalità di esposizione che risultano compatibili con i propri sistemi di fatturazione”

Quindi la verifica della fattura nel suo dettaglio risulta sempre più importante per evitare di pagare corrispettivi non dovuti o non applicati correttamente.

HAI QUALCHE DOMANDA?
Compilando il seguente form sarai ricontattato da un nostro consulente.

Contattami qui 

Articoli Similari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *