Fotovoltaico: Rimodulazione delle tariffe incentivanti per gli impianti di potenza >200KWp

Come già anticipato nella nostra News del 26.06.2014 Il DL 91/14, art. 26, comma 3, prevede che a decorrere dal 1° gennaio 2015, la tariffa incentivante per l’energia prodotta dagli impianti di potenza nominale incentivata superiore a 200 kW sia rimodulata a scelta dell’operatore sulla base di tre opzioni.

Il GSE, nel pubblicare le “Istruzioni operative Legge competitività_art 26” riguardanti i meccanismi di rimodulazione delle tariffe (spalma incentivi), ha comunicato che la scelta dell’opzione potrà essere effettuata dai Soggetti Responsabili, dalle ore 8,00 del 4 novembre alle ore 23,00 del 30 novembre prossimo, esclusivamente attraverso l’applicazione web FTV/SR presente nel portale informatico del GSE.

In caso di mancata scelta dell’opzione entro i termini indicati, il GSE applicherà la rimodulazione prevista alla lettera c) del comma 3 dell’articolo 26.

 

OPZIONE A

prevede che la tariffa sia erogata “per un periodo di 24 anni, decorrente dall’entrata in esercizio degli impianti, ed è conseguentemente ricalcolata secondo la percentuale di riduzione” indicata nella tabella di seguito :

TABELLA 1

Tabella 1: Percentuali di riduzione dell’incentivo per il periodo residuo (Allegato 2 – Legge 116/2014)

 

OPZIONE B

Stabilisce che, “fermo restando il periodo di erogazione ventennale, la tariffa è rimodulata prevedendo un primo periodo di fruizione di un incentivo ridotto rispetto all’attuale e un secondo periodo di fruizione di un incentivo incrementato in ugual misura”. Le percentuali di rimodulazione sono state stabilite, in funzione del periodo residuo di diritto agli incentivi, con il Decreto 17 ottobre 2014 del Ministero dello Sviluppo Economico (“Modalità per la rimodulazione delle tariffe incentivanti per l’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici, in attuazione dell’articolo 26, comma 3, lett. b) del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116.”);

 

OPZIONE C

Prevede che, fermo restando il periodo di erogazione ventennale, la tariffa sia ridotta di una quota percentuale dell’incentivo spettante alla data del 1° gennaio 2015, per la durata residua del periodo di incentivazione, secondo le seguenti modalità:
riduzione del 6%, per gli impianti aventi potenza nominale superiore a 200 kW e fino alla potenza nominale di 500 kW;
riduzione del 7 %, per gli impianti aventi potenza nominale superiore a 500 kW e fino alla potenza nominale di 900 kW;
riduzione dell’ 8%, per gli impianti aventi potenza nominale superiore a 900 kW.

 

HAI QUALCHE DOMANDA?
Compilando il seguente form sarai ricontattato da un nostro consulente.

Contattami qui 

Articoli Similari