Rinnovabili: Quarto Conto Energia. Decreto 5 Maggio 2011

Dopo mesi di attesa ed incertezza, Giovedì 12 Maggio 2011 è finalmente stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Quarto Conto Energia con Decreto 5 Maggio 2011 che ridefinisce e conferma l’incentivazione alla produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici che entrano in esercizio in data successiva al 31 Maggio 2011 e fino al 31 Dicembre 2016.

Il nuovo decreto mostra chiaramente l’intenzione di ridurre gli incentivi nel settore favorendo principalmente la realizzazione dei piccoli impianti.

 

Le tariffe incentivanti sono state determinate con riduzione mensile per il periodo da Giugno a Dicembre 2011, con riduzione semestrale per il 2012. A decorrere dal  primo semestre 2013 le tariffe assumeranno valore omnicomprensivo sull’energia immessa nel sistema elettrico, sulla quota di energia autoconsumata sarà invece attribuita tariffa specifica. Per i semestri successivi la riduzione sarà calcolata in percentuale con cadenza semestrale (Tariffe incentivi 2011-2016).

Il nuovo contro energia introduce alcune novità sia per quanto concerne la qualità dei materiali che per quanto concerne i premi per specifiche tipologie e applicazioni di impianti fotovoltaici, fra queste novità quelle più rilevanti che si segnalano sono le seguenti:

  • Obbligo di rilascio da parte del produttore dei moduli fotovoltaici, di certificato con il quale si attesta che gli stessi godono per  almeno dieci anni di garanzia di prodotto contro il difetto di fabbrica.
  • Premi relativi ai piccoli impianti su edifici, qualora l’impianto fotovoltaico sia realizzato in abbinamento ad interventi per l’uso efficiente dell’energia, in questo caso il premio può raggiungere a seconda dei casi  una maggiorazione massima dell’incentivo del 30%
  • Premio di 5 c€/kWh per gli impianti installati in sostituzione di coperture in eternit o comunque contenti amianto (non è quindi più una maggiorazione percentuale della tariffa come in precedenza ma un premio fisso per tutta la decorrenza del conto energia)
  • In ultimo, ma non meno importante, in quanto si prevede possa comunque fortemente incentivare l’acquisto di materiale di produzione nazionale, è il premio riconosciuto con una maggiorazione della tariffa incentivate del 10% per gli impianti il cui costo di investimento, per quanto riguarda i componenti diversi dal lavoro, sia per non meno del 60% riconducibile ad una produzione realizzata all’interno dell’Unione Europea.

 

Quarto Conto Energia DM 05.05.2011

 

Richiedici preventivo gratuito per la realizzazione del tuo impianto

 


HAI QUALCHE DOMANDA?
Compilando il seguente form sarai ricontattato da un nostro consulente.

Contattami qui 

Articoli Similari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.